Passeggiata nei parchi di Castenaso

Si tratta di un percorso perlopiù urbano che solo in parte tocca l’Idice ma soprattutto, come dice il titolo, consente una fruizione con percorso ad anello dei parchi del centro abitato di Castenaso.

L’inizio e la fine sono presso il ponte di via Nasica; sono comunque possibili molte varianti che qui per brevità non sono state evidenziate.

Il percorso utilizza strade e ciclabili pubbliche con attraversamenti anche all’interno dei parchi.

Lunghezza = 9 km

Si inizia appunto al ponte di via Nasica imboccando verso Monte il sentiero CAI 801 in sponda dx dell’Idice.
Raggiunto il tratto presso il parco della Chiusa si entra nel parco e con direzione EST si percorre tutto il parco e se ne esce su via Largo Molino prendendola in salita verso via XXV Aprile.
Qui giunti si piega a dx ed in fondo alla strada si proseguire diritto verso via Mazzini fiancheggiando la stazione FER.
Al termine della strada si gira a sx poi subito a dx e dopo pochi metri si attraversa via Mazzini e ci si immette in un parchetto detto “dei Cedri” a tergo dei nncc 41 e segg. Di via Mazzini.
Attraversato il parchetto, presso l’edicola ivi presente, si attraversa la via Nasica e in direzione della gelateria (sx) si attraversa l’area verde per sbucare su via Bentivogli.
La si attraversa e si entra al Parco della Resistenza proseguendo sul sentiero diritto verso Nord, fino al termine del parco. Qui si puo’ girare a dx (est) e raggiungere via D. Alighieri e seguendola a sx (nord) si torna indietro verso via Fiesso, presso la rotonda con via D. Alighieri e P. Fabbri, o piu’ brevemente dal parco, invece di girare a dx verso via Alighieri si tiene il sentiero a sx e si giunge dopo poco appunto a via Fiesso (tratto non indicato in mappa).
Arrivati a via Fiesso presso la rotonda con via D. Alighieri e P. Fabbri, ci si immette sulla ciclabile lato fiume e la si percorre verso il centro di Castenaso.
Dopo una curva a sx all’altezza dell’area verde e del ponte Rethimno si imbocca appunto tale ponte per valicare il fiume.
Discesi dal ponte sulla riva sx si converge a U a sx e attraversando il parcheggio a lato del ponte si torna indietro e si passa al di sotto del ponte proseguendo poi verso valle (nord) in direzione del cimitero a lato del fiume e del campo di calcio “Negrini”.
Al termine del campo di calcio si segue a sx il sentiero che dopo poco risale in direzione est verso il retro della chiesa della Madonna del buon consiglio.
Prima della chiesa si gira a dx seguendo un percorso, che fiancheggiando il campetto da calcio a 5, conduce ad un parcheggio a lato di questo e sito tra l’entrata del cimitero e via XXI Ottobre.
Si continua brevemente e si raggiunge il viale del cimitero e girando verso sx si piega appunto verso via XXI Ottobre e la si raggiunge attraversandola e percorrendola verso dx. Poco dopo ci si immette a dx al parcheggio del Circolo Tennis.
Si entra nell’accesso e si prosegue verso OVEST e oltrepassando  a lato una sbarra si entra nell’area verde retrostante il palazzetto comunale di via dello Sport.
In fondo si piega a sx e si raggiunge appunto la ciclabile di via dello Sport.
Alternativa piu’ breve (e non indicata in mappa) a questo itinerario e’ quella di percorrere direttamente, dall’attraversamento di via XXI Ottobre, dopo breve conversione a dx, marciapiede e ciclabile di via dello Sport (direzione Ovest) fino all’altezza del Palazzetto.
Da qui si prosegue fino alla fine della ciclabile, attraversando poi la via dello Sport e inserendosi in via delle Olimpiadi.
Si prosegue quindi diritto entrando in uno stretto percorso pedonale che sbuca nel parco della solidarieta’ a tergo della sede della Pubblica Assistenza di via Amendola 5.
Nel parco poi si piega verso dx (ovest) e percorsolo tutto si giunge, alla ciclabile-pedonale di via dello Sport.
Si attraversa la via e immettendosi sulla ciclo-pedonale del lato opposto si converge a nord a raggiungere la massicciata che fiancheggiando via De Coubertin, ad arco, rasenta gli edifici di via D. Petri.
Dopo pochi metri attraversando un varco tra due edifici ed attraversando appunto via D. Petri (percorso non indicato in mappa) si arriva ad un’area verde che con direzione SUD riporta alla ciclabile che ad arco gira intorno al quartiere, ovvero continuando a percorrere la cilo-pedonale ad arco si puo’ giungere sempre a quest’area verde inserendosi con direzione EST su via Coppi, o anche e’ possibile continuare sulla ciclo-pedonale fino a completare l’arco (percorso terminale non indicato in mappa).
Comunque, completato l’arco della ciclabile-pedonale che gira intorno a questa zona si  prosegue su questa tornando verso il centro di Castenaso.
Si attraversa ad uno degli attraversamenti pedonali presenti la via laterale del Frullo e dopo pochi metri, ulteriormente attraversata via Da Vinci si giunge a Corso a. Moro, strada pedonale trasversale alla nostra direzione di marcia con edifici e portici a lato.
Si piega verso OVEST (periferia) e si percorre tutto corso A. Moro fino in fondo al suo termine su via R. Atria.
Attraversata la via con convesrsione DX e poi SX si raggiunge il parco sito appunto tra via Atria e via Impastato percorrendolo tutto con direzione SUD fino a via R. Casini. Qui si gira a sx verso il centro (sx) fino alla rotonda tra via Majorana e via Fermi.
Poi si puo’ proseguire diritto a lato di via Majorana nell’area verde presente verso la gelateria/centro commerciale, ovvero con conversione dx e poi sx attraversando via Fermi, percorrere il corsello delle villette a schiera dei nncc 37 e succ. di via Einstein che rasentano il parco di via Einstein appunto. 
Al termine si gira a sx e si ritorna su via Fermi presso la gelateria.
Poco prima della gelateria si attraversa la via e ci si immette nella ciclo-pedonale con direzione Nord che riporta verso C.so A.Moro.
Dopo poche decine di metri si gira a DX e si continua nel parco verso Est e giunti poco dopo alla successiva area verde si gira di nuovo a dx ritornando verso il centro commerciale Stellina.
Si continua diritto rasentando l’edificio e proseguendo verso SUD fino a via Turati, la si attraversa fino a via Tosarelli e sempre con direzione sud si attraversa anche questa via.
Si imbocca via F.lli Rosselli ed in fondo si gira a dx lungo via Gobetti. Al termine si gira a sx e si prosegue, sempre con conversione a sx, intorno al parco rasentando la fermata FER “Stellina”.
Qui giunti si prosegue diritto e si percorre l’area verde a tergo degli edifici di via Gobetti e compresa tra questa strada e la ferrovia.
In fondo si gira nuovamente verso sx reimmettendosi su via Gobetti e dopo pochi metri proseguendo sempre diritto e fiancheggiando la massicciata del ponte di via Romitino si arriva appunto a tale via.
La si percorre con direzione NORD quasi tutta e poco prima del suo termine si gira a dx su via Ponte Ferrovia.
Percorsi pochi metri, al termine delle costruzioni sul lato sx (est), si entra nel costruendo parco fluviale/Bassa Benfenati, proseguendo sempre verso EST.
In fondo a questo tratto sentieristico si converge a sx e poi dx in discesa, entrando di fatto nel parco della Bassa Benfenati.
Si percorre tutto il sentiero principale fino al termine ed immettendosi su Sentiero Idice a dx, si percorre tutta la via fino al ponte di via Nasica ove il percorso complessivo ha termine.