Percorso dell’idice, i canali, le chiuse, il mulino

Percorso, praticamente tutto su strade, parchi e ciclabili pubbliche, che ripercorre il tracciato dei canali e delle chiuse che alimentavano il molino.

Il percorso si snoda su strade, marciapiedi e ciclabili pubbliche, e’ pertanto percorribile sicuramente in bicicletta ma anche a piedi.

Lunghezza: 2,3km

Da via Chiusanuova al nc 7 (loc. Fontanina si ripercorre la via a ritroso verso il centro, sul primo tratto ghiaiato, con a dx il canale di adduzione al mulino.
Ci si immette su via Chiusanuova asfaltata proseguendo sul marciapiede verso il centro ed il sottopasso (con sempre a dx il canale).
Oltrepassato il sottopasso poco dopo si entra a dx nel parco della Chiusa ove si scorge, verso il fiume, un manufatto, appunto la chiusa vecchia.

Chiusa vecchia

Diga di riserva

 Lo si raggiunge e da qui si risale lungo una scala in terra battuta dal parco alla via LARGO MOLINO.
Si prosegue brevemente a SX (OVEST) e seguendo la via si gira a DX (NORD) scendendo leggermente si scorge a SX una costruzione rossa (nc 4-4/2^) ora condominio ed ex Mulino).
Addentrandosi nel sentiero tra gli alberi verso il fiume, dopo alcuni metr,i al termine della discesa, alla sx, si scorgono alcuni resti in muratura.
Si tratta di un vecchio manufatto idraulico probabilmente una spalla di un vecchio ponte che valicava l’Idice.
Si torna indietro e si riprende sulla strada risalendo brevemente a SX e raggiungendo via Nasica.
Attraversata la via ci si immette su via Fiesso e proseguendo appunto verso la frazione di Fiesso si giunge a DX al ponte pedonale di Rethimno.
Da qui si segue la ciclabile sempre in direzione di Fiesso.
Dopo un paio di curve e dopo la rotonda con via P. Fabbri/D.Alighieri, si vedra’ in basso a SX tra due coltivi, una linea di alberi anche di alto fusto.
Questi sono nati spontaneamente nel canale di scolo delle acque del Mulino.
Percorsi poche centinaia di metri si giunge all’acceso a sx in discesa al depuratore comunale (ove il canale ora termina). Raggiungendo il depuratore si puo’ ripercorrere a ritroso il tracciato del canale a fianco di questo ed a margine dei coltivi, fino a raggiungere una fascia alberata dove si scorge un varco.
Inoltrandovisi, dopo pochi metri si sbuca nell’area verde a lato del ponte Rethimno, chiudendo in cerchio una parte del percorso.