Casa Bondi

Cenni storici

Sita in via  XXI Ottobre 1944, 7/2

È un bell’esempio di intervento di ristrutturazione di un edificio rurale ad uso pubblico. Il complesso colonico, risalente probabilmente alla fine del XVIII secolo e più volte rimaneggiato, è un tipico esempio architettonico di casa colonica della pianura bolognese che si è mantenuto in essere fino alla soglia degli anni ’50.
E’ composto da due corpi principali (casa e teggia) e da un fabbricato minore ad uso di pollaio, stalla e forno.
Già di proprietà dell’Amministrazione delle Opere Pie e condotta in affitto dal signor Bondi, fu acquistato dall’Edilfornaciai e ceduto al Comune per diritto di lottizzazione della zona Via dello Sport – Via Amendola.
Passato all’Amministrazione Comunale negli anni ’70, rischiò l’abbattimento e si salvò solo grazie ad un vero e proprio movimento popolare con manifestazioni e sit-in che si oppose alla distruzione e all’abbandono.
Dopo gli interventi di restauro, iniziati negli anni ’80 e conclusisi all’inizio degli anni ’90, la teggia è divenuta sede della biblioteca comunale e la casa attualmente ospita l’archivio storico comunale e sala lettura al primo piano.
Il piano terra è riservato ad attività giovanili

Le immagini